Aiuto
  • Contiene, suddivise nei 25 Capitoli Ministeriali, tutte le proposizioni vere e false del listato ministeriale 2016. A fianco di ogni proposizione è riportato, a colori, il segnale o la rappresentazione grafica relativa alla domanda stessa. Inoltre sono state segnalate da un ? verde o rosso tutte le proposizioni nuove e quelle che sono state oscurate rispetto al precedente listato 2013. Un supporto indispensabile per l'Insegnante impreziosito da una copertina cartonata, che lo rende duraturo nel tempo. Prima di ogni capitolo, una breve prefazione di commento sull'organizzazione del capitolo stesso e sulle principali novità introdotte. Al termine del libro una copia degli ex “pieghevoli ministeriali” sui quali, per ogni immagine, è indicato l’utilizzo o meno nell’ambito dei quiz e, nel caso di utilizzo, il numero di pagina dove trovare domanda e risposte del quiz corrispondente. Quindi, non un 'semplice' listato elenco, ma MOLTO DI PIU':
    • 352 pagine a colori
    • tutta la segnaletica a colori abbinata a ciascuna proposizione
    • il nuovo pieghevole con i segnali e le rappresentazioni grafiche, aggiornato e completato con i nuovi segnali accoppiati
    • circa 40 pagine di commenti tecnici e didattici
    • tutti i confronti, capitolo per capitolo e argomento per argomento, tra il vecchio listato ed il nuovo
    • 2 completissimi indici (uno sistematico e uno analitico), fondamentali per ritrovare i singoli quesiti suddivisi tra le 7171 proposizioni
    • le statistiche generali e per capitolo relative alle proposizioni false e vere
    • un esclusivo ed innovativo metodo di catalogazione delle proposizioni
    • un grande formato, una grafica accattivante, caratteri grandi e leggibili
  • Dal 2 Marzo 2015 sono partiti i nuovi esami informatizzati per le patenti C e D. Questo libro, indispensabile strumento per l’insegnante, propone tutti i quesiti ministeriali ordinati per argomento, distinti in PROPOSIZIONI VERE e FALSE e contrassegnati in base alla loro appartenenza ai SETTE diversi data base previsti per superare gli esami per: Patente C1/C1E non Professionale Patente C1/C1E Patente C/CE Patente Estensione da C1/C1E a C/CE Patente D1/D1E Patente D/DE Patente Estensione da D1/D1E a D/DE Fondamentale per la pianificazione dei corsi, l’Opera è strutturata e riorganizzata in 14 Capitoli che meglio si adattano alla didattica in aula. All’inizio di ciascuno di essi, una specifica introduzione descrive e riassume i contenuti del capitolo stesso. Vera novità di questo libro sono i numerosi contributi multimediali abbinati (cui si può rapidamente accedere attraverso i QR-Code) per spiegare e chiarire le principali novità che l’introduzione del nuovo tipo d’esame comporterà nella didattica in aula.
  • In questo testo sono trattati in dettaglio tutti gli aspetti inerenti le materie relative ai 10 Moduli previsti dalla normativa per il corso di formazione alla Parte Comune. Un esaustivo indice permette di conoscere e “navigare” facilmente all’interno delle non semplici nozioni previste dalla norma. Il testo presenta le seguenti caratteristiche:
    • estrema sinteticità;
    • utilizzo degli stessi termini che si trovano nelle domande dei quiz;
    • inserimento delle sole proposizioni VERE dopo ogni argomento (non si è voluto di proposito inserire quelle FALSE per evitare confusioni nell’allievo che, a distanza, potrebbe ricordarsi di una domanda falsa come se fosse vera);
    • costo dei libri estremamente contenuto;
    • completo coordinamento con il SOFTWARE elaborato dalla ditta TOCCAFONDI MULTIMEDIA.
    Inoltre, vere interessantissime novità, abbiamo creato, alla fine di ogni capitolo:
    • UNA SEZIONE “Da ricordare” PER FOCALIZZARE L’ATTENZIONE SUI QUIZ
    • UNA SEZIONE “Italiano facile” per capire le PAROLE più difficili.
  • Psicologia del Traffico - Ti Guida la Testa
    E' uscita la seconda edizione di questo libro riveduta e ampliata alla luce di suggerimenti e riflessioni da parti di esperti e lettori. Il testo è stato scritto e pensato da docenti dell’Unità di ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (con i quali si è ormai instaurata una proficua collaborazione e scambio di idee). Quest’opera  è composta di una classica parte cartacea (208 pagine stampate a colori) più un innovativo complemento multimediale di corredo, reperibile su: www.tiguidalatesta.it Su tale parte, si trovano otto filmati necessari alla comprensione e assimilazione dei contenuti dei 9 capitoli che compongono l’opera, più una serie di esercitazioni/riflessioni sugli argomenti proposti - vedi alcune schermate nello sfogliabile sotto proposto. L’accesso al sito è facilitato dell’utilizzo dei QR Code presenti nel libro, ed è riservato ai possessori del libro, che dovranno inizialmente registrarsi per poterne usufruire. Gli anni ‘50 e ‘60 hanno visto l’inizio del boom della “motorizzazione” in Italia. Sull’onda dell’entusiasmo iniziale, poche erano le riflessioni sulle conseguenze future di questo cambiamento radicale del modo di spostarsi e, in fondo, di concepire una parte della nostra vita. Come sempre, prima o poi, tutti i nodi vengono al pettine e, a fronte di un crescita esponenziale del numero di incidenti e di morti su strada, ci si è iniziati a porre delle domande e, soprattutto, a interrogarsi su come intervenire. Sono state migliorate le infrastrutture (in Italia forse meno che in altre parti del mondo), è stata accresciuta considerevolmente la sicurezza dei veicoli, sono state modificate le norme (in Italia in modo molto frammentario e scomposto e, spesso, più dal lato sanzionatorio-punitivo che non da quello preventivo) ma, purtroppo, dove si è intervenuti in modo più limitato è proprio su colui che è il principale responsabile dei danni: il conducente. Ma cosa significa migliorare le abilità dell’uomo al volante? Vuole dire principalmente due cose, la prima consiste in una vera educazione stradale che parta fino dall’infanzia e che sia affidata a veri esperti e non a individui di “buona volontà”, ma di scarse competenze specifiche; la seconda è quella di indagare a fondo su tutti gli aspetti psicologici che si nascondono (talvolta non troppo in profondità), dietro a un atto apparentemente così semplice e naturale come quello della guida. Infatti, la guida non è per nulla naturale per il conducente, individuo “costruito” per la velocità del “passo d’uomo”. Egli necessità perciò di apprendimento e allenamento di specifiche competenze per poter realmente affermare di “guidare in sicurezza”. Più volte, nelle norme relative alla formazione dei conducenti e dei loro formatori, si è affacciata la parola “formazione psicologica” ma, quasi sempre, in fase di conversione definitiva delle leggi non se ne è più trovata traccia, quasi come se la sua introduzione spaventasse o criminalizzasse il settore. Forse, vista la situazione attuale, è giunta l’ora di introdurla seriamente. Questi e molti altri sono i “perché” di questo testo, primo nel suo genere in Italia, che propone a tutti gli addetti del settore una profonda riflessione sulla materia che porti a un sensibile cambio di rotta nella educazione stradale degli aspiranti conducenti. GLI AUTORI Maria Rita Ciceri Professore di Psicologia Generale presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (UCSC) di Milano. E’ direttore dell’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico  (http://progetti.unicatt.it/psicotraffico) presso la medesima università. E’ responsabile scientifico del Corso di Perfezionamento in Psicologia del Traffico, unico corso di alta formazione in tale ambito sul territorio nazionale, e di numerose ricerche sperimentali  e applicate sul sistema traffico. Federica Confalonieri Psicologa del Traffico, lavora presso l’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’UCSC di Milano. Interessi inerenti la ricerca sulle componenti attentive e percettive implicate nel compito di guida e conseguenti interventi di formazione rivolti agli utenti della strada. Debora Lombardi Psicologa del Traffico, lavora presso l’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’UCSC di Milano. Ha approfondito lo studio degli aspetti legati alla comunicazione efficace applicata al sistema Traffico, degli interventi di formazione sulla percezione del rischio e sulla valutazione dell’idoneità psicologica alla guida. Carlo Alberto Meinero Psicologo del Traffico, lavora presso l’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’UCSC di Milano. Tra i suoi interessi si distinguono gli interventi di studio e formazione sulla percezione del rischio rivolti agli utenti della strada. Ha curato le attività di training sulla piattaforma online  di questo testo.
  • Il canditato all'esame di revisione delle patenti italiane e della CQC dovrà sottoporsi, a partire presumibilmente da Luglio 2016, ad  una prova a quiz informatizzata composta da 20, 30 o 40 quesiti a seconda del tipo di revisione cui debba sottostare. Questo testo rivolto all'insegnante è uno strumento indispensabile per valutare i contenuti del database ministeriale, anche in considerazione della particolare complessità dei programmi, che, a seconda del tipo di patente o certificato soggetti a revisione, prevedono parti coincidenti e parti specifiche. Infatti, ad esclusione della patente AM, tutti gli esami di revisione prevedono una buona parte di domande tratte dal database patenti A e B  e, nel caso delle patenti professionali e della Cqc, un'integrazione specifica. Il testo, oltre a raggruppare per argomento in modo sistematico tutti i quesiti proposti, evidenzia i vari quesiti per tipo di esame, consentendo all'insegnante di gestire la didattica secondo le esigenze di ripasso dei singoli candidati.
Questo sito utilizza i cookie. Cliccando su "Ok", fornisci il consenso al loro utilizzo. Leggi di più Ok
Per maggiori informazioni o per gestire i Cookie clicca qui