Vacanze in Auto

Vacanze in Auto

In qualunque momento si voglia intraprendere un lungo viaggio in auto (e le vacanze estive possono essere un’occasione di questo tipo) occorre prendere alcune precauzioni per evitare che un normale trasferimento si trasformi in un’Odissea. Per fare ciò, occorre sempre ricordare le 3 componenti della sicurezza: uomo, veicolo, strada.

UOMO: quando si viaggia si pensa spesso al veicolo, ma è il conducente che deve guidarlo!! Soprattutto se il viaggio è lungo e impegnativo, occorre ricordarsi di affrontarlo in buone condizioni fisiche. Spesso quando si parte per le ferie si è al “limite” delle energie. Partire appena usciti dal posto di lavoro dopo un anno di fatiche fa guadagnare una giornata, ma solo se si arriva sani e integri alla fine del viaggio. Meglio una bella dormita e una mezza giornata di “decompressione” prima di iniziare il viaggio. Non solo si sarà meno stanchi (e quindi più attenti sulla strada), ma si sarà anche meno nervosi e irascibili. Consideriamo che anche un piccolo tamponamento senza conseguenze fisiche, può comportare un raddoppio del costo della vacanza. Se poi si è deciso di viaggiare la notte per evitare il traffico, farlo solo dopo aver abbondantemente dormito nel pomeriggio che precede. Il nostro fisico ha dei limiti e qualche caffè non sostituisce il sonno.

VEICOLO: a meno che il veicolo non sia molto vecchio (allora le cose si fanno molto più serie e complesse), i controlli non sono moltissimi, ma quei pochi sono importanti:

  • controllo pressione pneumatici,
  • controllo livello lubrificante,
  • controllo livello liquido refrigerante,
  • controllo livello  liquido lavavetri,
  • controllo livello  acqua elementi batteria (salvo che sia di tipo sigillato),
  • controllo spessore pastiglie freni (in funzione dell’ultimo controllo/sostituzione),
  • sostituzione cinghia della distribuzione (se non lo si è fatto negli ultimi 100000 chilometri). La sua rottura comprometterebbe irrimediabilmente, non solo la vacanza, ma anche il motore del veicolo,
  • presenza a bordo di triangolo (OBBLIGATORIO), giubbotto retroriflettente (OBBLIGATORIO), idoneo cavo traino, cavo collegamento batterie per ricarica,
  • controllo efficienza luci e indicatori di direzione,
  • pulizia (sia interna che esterna) dei vetri,
  • pulizia specchi retrovisori, fari e catadiottri.

Ovviamente, qualora qualcuno dei sopracitati controlli rivelasse una carenza, occorre provvedere prima di partire. Effettuarlo durante o dopo il trasferimento, oltre a metterci in pericolo, rischia di costarci molto di più.

STRADA: ormai i mezzi di informazione e il web ci danno accesso in tempo reale alle situazioni di traffico. Se prima di partire ci si rende conto che la situazione stradale è molto difficile, meglio cambiare itinerario o rimandare di mezza giornata la partenza. Se si vogliono comunque affrontare lunghe code ricordarsi di:

  • avere il pieno di carburante (in coda il consumo è molto più elevato, soprattutto se tiene acceso il condizionatore),
  • avere a bordo abbondante acqua e qualche alimento energetico.

Inutile lamentarsi dell’inefficienza della Protezione Civile, se ci si infila scientemente in una coda in condizioni precarie, la prima Protezione di noi stessi siamo NOI e il primo segno di Civiltà è quello di evitare, per quanto possibile, di mettere noi e i nostri cari in situazione di difficoltà, quando la cosa sarebbe stata molto facilmente evitabile.

Quanto sopra premesso, Buon Viaggio e Serene Vacanze a tutti

2018-09-27T11:46:52+00:00
Questo sito usa i cookie. Cliccando su ok, fornisci il consenso al loro utilizzo. Leggi di più Ok
Per maggiori informazioni o per gestire i Cookie clicca qui